27 settembre 2019 | Brescia 10:00 – 13:30

27 settembre 2019 | Brescia
10:00 – 13:30

Salone Vanvitelliano, Palazzo Loggia

Il Green Talk “Crossing the future: automotive, infrastrutture e smart mobility” darà il via alla 1000 Miglia Green.

Un incontro con i maggiori esponenti dell’industria dell’automotive del territorio, le Istituzioni, le Case automobilistiche, gli Energy provider a confronto sul tema della crescita delle infrastrutture e sui cambi di paradigma dell’industria 4.0 che si sta ridefinendo a servizio delle smart city del futuro.

Accesso gratuito previa iscrizione – posti limitati

il programma
Streaming
Scarica il talk book

industria 4.0

industria 4.0

La filiera dell’automotive, e più in generale della mobilità, coinvolge un grande numero di attori, molto spesso diversi tra loro.
La diffusione dell’e-mobility pone tutti gli stakeholder coinvolti davanti a nuove sfide e cambiamenti in un mercato che gioca un ruolo chiave su tutto il territorio nazionale, in maniera particolare nel bresciano. Risulta quindi necessario creare una visione d’insieme basata sull’individuazione di obiettivi strategici condivisi. La transizione verso la mobilità elettrica deve essere accompagnata anche da un adeguamento dell’assetto normativo nazionale. Il tutto in un momento storico dove non solo i veicoli, ma anche le industrie che partecipano al processo produttivo (dall’assemblaggio fino alla produzione di micro componenti) diventano sempre più smart e connessi ma soprattutto sostenibili.
I protagonisti della filiera si confrontano raccontando come hanno deciso di affrontare le nuove opportunità nate dal cambio di paradigma della supply chain nell’automotive.

Infrastrutture

Infrastrutture

Elemento fondamentale per la diffusione dei veicoli elettrici è la realizzazione di un quadro normativo per incentivare il processo di infrastrutturazione delle colonnine di ricarica su tutto il territorio italiano. Nel nostro Paese hanno già preso vita iniziative di potenziamento da soggetti pubblici e soprattutto privati, ma c’è una forte disomogeneità a livello amministrativo anche da parte dei Comuni. Bisogna cambiare il modo di vedere le nostre città e comprendere una strada condivisa da percorrere coinvolgendo tutti gli operatori del settore, dalla filiera dell’energia elettrica fino a quella dell’automotive. C’è bisogno di creare delle reti intelligenti a supporto della nuova mobilità, tenendo conto dei fattori di forte innovazione come il car sharing, le automobili a guida autonoma e lo stoccaggio di energia da parte degli stessi veicoli elettrici. Discutono di questi temi le personalità del mondo istituzionale e imprenditoriale che prima di tutti hanno percepito e assecondato lo sviluppo della smart mobility.

promosso da

Con il Patrocinio di